5 serie tv da guardare in autunno

5 serie tv da guardare in autunno

Condividi

In autunno ho un tradizione: guardare serie tv (e leggere libri) a tema. Quale tema, direte voi? Quello della mia festa preferita, ovviamente: Samhain, conosciuta anche come Halloween (ma sappiate che il vero nome è Samhain).

Il che significa entrare nel loop delle serie di atmosfera dark, che di solito tirano in ballo il soprannaturale ma non solo. Io, ad esempio, non amo i film horror. Leggo Stephen King, ma i film pieni di splatter, jumpscares e scene in cui le streghe seguono il culto di Satana e compiono sacrifici umani (dove siamo, nel medioevo? Fate un passo in avanti, santo cielo!) proprio non li reggo. Però amo il dark che, attenzione, non è la stessa cosa.

Oggi vi suggerisco le mie serie dark preferite. Ce n’è per tutti i gusti: per ragazzi, per adulti, con creature, maghi e persino investigatori, dell’occulto o meno. Pronti a cadere nel buco nero delle “cose che piacciono a Juls”?

American Horror Story

American Horror Story

Credo sia la più conosciuta tra le serie elencate in questo post. Se non la conoscete, siate pronti a seguire una storia particolare, non soltanto come trama, ma anche come costruzione. Nel susseguirsi delle stagioni, infatti, troverete gli stessi attori in parti diverse, ambientazioni simili, ma molto diverse, leggende inquietanti, fantasmi e segreti che vi lasceranno il dubbio fino all’ultimo.

Non posso dire che tutte le stagioni siano allo stesso livello, c’è qualche caduta di stile, ma American Horror Story rimane una delle serie con più atmosfera che abbia visto nel corso degli anni. Il momento perfetto per vederla è proprio questo, vicino Samhain. Non posso dirvi qual è la mia stagione preferita per un motivo semplice: non ho terminato di guardarle tutte. Ho paura che finisca troppo presto, quindi me la prendo con calma. Sono strana? Forse.

Le terrificanti avventure di Sabrina

Le terrificanti avventure di Sabrina

Una serie tv per un pubblico più giovane, molto fumettosa, a tratti favolistica. Anche qui abbiamo il concetto della strega satanista (che, porca miseria, studiatevi la storia del paganesimo!), ma stranamente non mi disturba. La trovo quasi una critica, un prendere in giro le credenze popolari usando come protagoniste streghe che seguono, sì, il pensiero classico di sacrifici e oscurità, ma che sono anche molto umane, persino buone.

Sabrina è una serie particolare, da guardare a cuor leggero, ma che affronta tematiche importanti, soprattutto per i ragazzi. Finora la mia stagione preferita è stata la seconda e nei prossimi giorni finirò la terza. Sì, lo so, anche qui sono un po’ indietro.

Supernatural

Supernatural

Una delle mie serie preferite di sempre. Supernatural ha una caratterizzazione personaggi da fare invidia alle decine e decine di serie che ho visto negli ultimi dieci anni. Non sto esagerando, ormai dovreste aver imparato che sono una criticona rompiscatole e cerco di essere oggettiva anche nei confronti delle mie serie preferite. Ha sicuramente dei buchi qua e là (e la sesta stagione è uno schifo), ma continua ad essere una delle serie che consiglio a qualsiasi scrittore. Perché, sì, uno scrittore deve guardare anche serie tv, soprattutto se vuole imparare a scrivere degli ottimi dialoghi.

Supernatural è leggenda, azione, avventura, amicizia, fratellanza, atmosfera, amore e tante altre cose. Ho iniziato a guardarla quando avevo sedici anni e non ho mai smesso. Dura tantissimo, me ne rendo conto, ma guardatela. Almeno le prime cinque stagioni, poi fate voi. Ne vale la pena, ve lo dico con il cuore in mano.

The Magicians

The Magicians

Una scoperta recente da cui non mi aspettavo tante soddisfazioni. Sono alla prima stagione, non garantisco per le altre, ma finora è davvero stupenda. Parliamo di maghi, ma, per quando l’accademia faccia molto Hogwarts, scordatevi i maghetti undicenni immaturi e dolciotti. Parliamo di maghi adulti, che affrontano gioie e dolori di un adulto, il tutto infarcito di poteri magici che li rendono speciali e vulnerabili al tempo stesso.

The Magicians stupisce e lo fa persino con una come me, che di maghi ha letto tutta la vita. Anche qui troviamo una caratterizzazione molto buona e tanti protagonisti, ma soprattutto un’atmosfera meravigliosa. Non fatevela scappare, è perfetta per essere guardata in questo periodo.

Mindhunter

Mindhunter

Per finire, non potevo non inserire una serie dark, ma anche investigativa. Sono una grande fan dei gialli, soprattutto se parlano di fatti reali. Per i serial killer, poi, ho una passione un po’ inquietante. Non che mi piacciano loro, chiariamo, non ho simpatia per i pazzi criminali. Però adoro seguire i ragionamenti, le investigazioni, i profili dei criminologi, mi piace approfondire le sfaccettature della mente umana, capire perché diamine esiste qualcuno che una mattina si sveglia e decide di fare a pezzi un’altra persona e magari mangiarsela anche.

E sono più o meno le domande che si fanno i nostri protagonisti nella serie. Parliamo dell’inizio della criminologia, ci raccontano com’è nata, come si è sviluppata e come sono arrivati ai primi profili psicologici dei serial killer. Tutta roba realmente accaduta, gente, una chicca per gli appassionati. Inquietante, certamente, ma incredibilmente affascinante. È riuscita a conquistare anche il mio compagno, che non sopporta sentir parlare di questa roba (e che si domanda ancora se abbia una piccola vena psicopatica in me).

Ok, il mio lavoro è finito. Ora tocca a voi scegliere la serie che vi ispira di più e iniziare a guardarla. E magari scrivermi anche nei commenti se vi sono stata d’aiuto e quale inizierete a seguire!

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.