Iniziativa | Blogger uniti per le librerie indipendenti (Milano)

Blogger uniti per le librerie indipendenti

Condividi

Stiamo vivendo un periodo duro. Psicologicamente, umanamente ed economicamente. Ci chiediamo ogni giorno quando finirà e intanto speriamo che le ferite non lascino cicatrici troppo profonde.

Una delle realtà più colpite sul lato economico è quella delle librerie. Non che ci stupisca, conosciamo già bene i problemi che affliggono ormai da anni questo settore e la quarantena non è stata che un’ulteriore bastonata. Non sappiamo chi sopravviverà, ma è certo ormai che la soluzione risiede nello spirito di adattamento e nel pensiero laterale.

Noi blogger viviamo sul filo del rasoio, tra chi nega la nostra esistenza e chi, invece, si affida a noi. Sapete che vi dico? Che per esistere non abbiamo bisogno di alcuna conferma, siamo qui e siamo pronti a ricordare a tutta Italia che se c’è una cosa che può salvarci, anche e soprattutto in un momento come questo, è la cultura. Leggete. Sempre. Di più. Il mondo che si vede oltre il muro dell’ignoranza è infinitamente più colorato.

Perché ho deciso di partecipare a questa iniziativa? Be’, perché vivo di storie e questa è una di quelle che voglio raccontare.

Qui sotto, il comunicato stampa di Erika Zini, creatrice del progetto ?


Blogger da tutta Italia si uniscono per sostenere le librerie indipendenti

Una rete informativa formata da oltre 30 blogger, in sole 24 ore

Il 6 aprile in partenza la prima iniziativa

Il mondo editoriale e culturale italiano sta vivendo uno dei momenti più difficili della storia moderna. Il lockdown sta mettendo in ginocchio alcuni tra i più importanti presidi culturali: le librerie indipendenti, luoghi di incontro, scambio di idee, rifugio per ogni stato d’animo.  Realtà che rischiano di subire un crollo da cui è difficile rialzarsi.

Secondo dati di Ali Confcommercio, l’associazione di categoria dei librari italiani, la chiusura delle librerie dal 23 febbraio al 25 marzo (la data che consentiva la riapertura stando a un precedente decreto) provocherà perdite di fatturato di circa 47 milioni di euro, pari a circa 16,5 milioni di euro di utili lordi.

In questo scenario così drammatico, cosa è possibile fare per essere d’aiuto? Chi può dare un contributo concreto per far sì che le librerie possano continuare ad esistere?

Questo si è domandata Erika Zini, giornalista e blogger, che da anni opera in ambito letterario con trasmissioni su Radio, TV e presentazioni in Librerie e Festival. E la risposta è stata tanto semplice quanto spiazzante: i blogger, che spesso sono considerati gli outsider del mondo editoriale, sono in realtà coloro a cui i lettori si affidano maggiormente per sapere tutto sui libri, sono tanti e sono distribuiti capillarmente nel nostro paese. E se ognuno, nel proprio angolo di web, potesse parlare delle librerie indipendenti della propria zona, facendole conoscere e facendo sapere che sono operative anche se non aperte al pubblico?

L’iniziativa è piaciuta così tanto che in sole 24 ore hanno aderito oltre 30 blog da 15 regioni d’Italia e sono continuamente in aumento con il solo passaparola.

Questa iniziativa partirà il 6 aprile quando la più grande rete di blogger italiani si sintonizzerà sulle frequenze delle librerie indipendenti della propria zona per portarle ai loro lettori.

Insieme siamo più forti e potremo superare anche questo momento difficile” sostiene Erika Zini, ideatrice dell’iniziativa “perché è importante che ognuno di noi dia il proprio contributo, perché nessuno è troppo piccolo per poter cambiare il mondo”.

I blog aderenti all’iniziativa e i loro sostenitori esporranno questo logo ufficiale per la durata dell’evento.

Per adesioni, sia blogger che librerie, è possibile scrivere a: info@erikazini.com

Blogger uniti per le librerie indipendenti
Blogger uniti per le librerie indipendenti

Blogger che hanno aderito:

A Book for a DreamAppunti di ZeldaBabbling babookChiacchiere LetterarieChronicles of a BookaholicCoccole tra i libriCo’s NotebookErika ZiniEsmeralda Viaggi e LibriEynys Paolini BooksFantasticando sui libriI miei deliri da lettriceI miei magici mondiI sussurri delle MuseIl libro sulla finestraJ. A. WindgaleKaty BookloverLa libreria di YeliLa nicchia letterariaLa ragazza che si nasconde dietro un libroLibri & SegretiLibri,libretti, libracciLibri RiflessiPastafrolla Legge LibriRachel Sandman AuthorScrivere mi piace – BlogSilently aloudThe library of JaneThe mad otterTra sogno e realta 98Universi Incantati


Librerie indipendenti: Milano e provincia

Questa qui sotto è una lista, sicuramente incompleta, delle librerie presenti sul territorio milanese. In caso vogliate essere inseriti, basta scrivermi utilizzando il modulo contatti.

Città

6 ROSSO – Via A. Albertini 6
ALEPH – Piazza Lima 1 – interno MM1
ARIBAC – Via Porpora, di fronte al civico 62
BARAVAJ – Via Cesariano 7
BOCCA – Galleria Vittorio Emanuele II 4
BORSA DEL FUMETTO – Via Lecco 16
CENTOFIORI – Piazzale Dateo 5
CORTECCIA – Via Bernardino Lanino 11
DEL CONVEGNO – Via Lomellina 35
DI QUARTIERE – Viale Piceno 1
DON DURITO – OASI del PICCOLO LETTORE – via Giuseppe Gabetti 15
HELLISBOOK – Via Losanna 6
IL COVO DELLA LADRA – Via Scutari 5

IL DOMANI – Piazzale L. Cadorna 9, ang. Via Carducci
IL MIO LIBRO – Via Sannio, 18
ISOLA LIBRI – Via A. Pollaiuolo 5
LES MOTS – Via Pepe 14, ang. Via Carmagnola
LINEA D’OMBRA – Via San Calocero 29
LINEA DI CONFINE – Via A. M. Ceriani 20
MAGAZZINO MUSICA – MaMu – Via Soave 3
MALAVASI – Largo Ildefonso Schuster 1
MONTI IN CITTÀ – Viale Monte Nero 15, ang. Giardini
NUOVO TRITTICO – Via San Vittore 3
POPOLARE – Via A. Tadino 18
PUNTA ALLA LUNA – Via Carlo Marochetti 27
SCALDASOLE BOOKS – Via Scaldasole 1 ang. Corso di Porta Ticinese
SPAZIO BK – Via Luigi Porro Lambertenghi 20
TEMPO RITROVATO LIBRI – Corso Garibaldi 17
TEMPORIBUS ILLIS – Via B. Garofalo 20
TIRITERA – Via Giuseppe Govone 30
TROVALIBRI – Viale Monte Nero 73
VERSO LIBRI – Corso di Porta Ticinese 40

Provincia

ARTE E ARTE LIBRI – Via XXIX Maggio 54 – Legnano
CENTRO LIBRI LARIZZA – Via Como 9 – Solaro
GALLERIA DEL LIBRO – Via Mauro Venegoni 55 – Legnano
IL SEGNALIBRO – Via Roma 87A – Magenta
LIBRERIA TARANTOLA – Piazza Martiri di Via Fani 1 – Sesto San Giovanni
MEME LIBRI – Via Santa Maria 16 – Parabiago
NON SOLO LIBRI – Via Antonio Stoppani 75 – Seregno


Sono tante, vero? Be’, sappiate che io e The Mad Otter le abbiamo contattate tutte, dalla prima all’ultima. Le abbiamo informate dell’iniziativa e chiesto dei consigli letterari per i lettori in quarantena. Lei è stata più fortunata di me e ha ricevuto risposta da sei librerie. Io solo da una.

I motivi posso essere tanti. La sfiducia nei confronti delle blogger? Il cattivo utilizzo del web? La semplice alienazione? Non posso saperlo e ancora spero di ricevere delle risposte in ritardo. Ma se non dovessero arrivare mi porto avanti e suggerisco al mondo delle librerie indipendenti di prendersi un momento per rendersi conto che, se vogliono sopravvivere, qualcosa deve essere cambiato. L’aiuto non può venire solo da fuori, deve venire da dentro, in primis. Spero davvero che riusciranno ad adattarsi al nuovo mondo ed evitare di soccombere. Spero che inizi il cambiamento, adesso, perché non c’è più tempo.

Detto questo, vi intrattengo ancora un po’ parlandovi dell’unica realtà milanese che, ad oggi, ha risposto alla mia mail: la borsa del fumetto. Sono una loro cliente da tempo, è stato il primo posto in cui sono andata a comprare fumetti quando mi sono trasferita a Milano qualche anno fa. Nella mail non l’ho scritto, volevo una risposta che fosse dettata dalla voglia di collaborare con i blog, non con una cliente affezionata. E ho ricevuto comunque risposta.

Cosa ho chiesto? Tre cosine semplici: una foto della libreria, un consiglio di lettura e la prima cosa che avevano in mente di fare appena finita la quarantena. Le risposte di Camilla sono state queste ?

La libreria

Sito webInstagramFacebook

La borsa del fumetto

Il consiglio di lettura

Il libro consigliato è “I gatti del Louvre”,  un manga  scritto e disegnato da Taiyo Matsumoto, pubblicato da J-Pop, che celebra il più famoso museo del mondo  con i gatti protagonisti silenziosi che si aggirano nelle meravigliose sale.

Dopo la quarantena

Riapriremo con la voglia sempre più forte di presentare il mondo del fumetto che rappresenta una fantasia che non ha mai fine. Personalmente, farò una corsa a perdifiato nei giardini vicino alla fumetteria e per strada, salutando tutti e cantando un inno alla vita. ⸻ Camilla

Divisorio

TOCCA A TE

Hai un blog o una libreria indipendente e vuoi partecipare all’iniziativa?

Scrivimi e condividerò con te la parola magica per entrare nel gruppo!

Be magical

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.