Ballo d’inverno

Novella dalla Saga di Primordia
di J. A. Windgale

È un racconto di circa 30 pagine legato alla Saga di Primordia. Disponibile soltanto in ebook.

“Anche se non ci sono combattimenti, misteri e colpi di scena, ho adorato questo racconto quasi più del romanzo originale.”

– Giusy, recensione su Amazon

Trama

“Ricorda, figlia del mare,
quanta meraviglia si nasconde
nel profondo dei flutti.”


Asterya, un anno prima degli avvenimenti di “Primordia – L’Alleanza”.
È il giorno del Ballo d’inverno e l’Accademia scintilla di magia e calore. Nei corridoi risuona la musica, i giardini sono coperti di neve e i cuori si scaldano in attesa della celebrazione.
Fendra e Alonna onorano la loro personale tradizione, William si occupa dei suoi doveri da principe, Hale e Drewan bisticciano come due uccellini in amore. E le ninfe di Fharna, be’, loro si preparano a trasformare Asterya in un sogno, almeno per una notte.
Prepara il vestito e il tuo sorriso più bello.
Che il Ballo d’inverno abbia inizio!

Questo racconto è legato alla saga fantasy di Primordia, che al momento conta un libro: “Primordia – L’Alleanza”, disponibile su Amazon.
È possibile leggerlo senza aver letto il primo libro: non contiene spoiler e non rovinerà la lettura della storia principale.
“Ballo d’inverno” è stato scritto per chi ha già viaggiato nelle terre di Primordia, per chi ha combattuto con Fendra e varcato le porte di Asterya. E per chi vorrebbe farlo, per chi ancora non ne conosce i segreti, ma vuole un assaggio di ciò che Primordia può regalare.
Chiunque tu sia, benvenuto o bentornato ad Asterya!

“Lo stile dell’autrice resta poetico ed efficace, con qualche fronzolo ma giusto per coccolarci, perché questa novella è magia, meraviglia, sospiri e soprattutto emozione!”

– Francesca, recensione su Amazon

“È la prima volta che leggo qualcosa dell’autrice e mi ha stregato. Tra i personaggi si percepisce un forte legame che trasmette calore anche a chi lo legge e sono rimasta ammaliata da Asterya, le sue piccole tradizioni e tutto ciò che si lascia presagire venga ampliato nel libro.”

– Carlotta, recensione su Amazon