• The witcher - I personaggi
    Recensioni

    The Witcher | I personaggi principali

    The Witcher non è un fantasy classico, fiabesco, delicato, eroico. Non narra di grandi gesta o battaglie per la giustizia. È una storia cruda, un misto di bene e male, di caos, di persone vere nonostante le loro caratteristiche fantastiche. Non c’è un grande male da combattere e non c’è un giusto che regna su tutti. C’è chi combatte per i propri fini, chi caccia i mostri ed è cacciato egli stesso perché diverso, perché pericoloso. Lo strigo è così, un male necessario, colui di cui tutti hanno bisogno ma che tutti temono. Un solitario. Un brutale cacciatore. E poi ci sono le maghe, i mostri, le creature, gli erboristi,…

  • Mabon equinozio compleanno
    Esoterismo

    Mabon | Equinozio e compleanno

    Il 21 settembre quest’anno cade di lunedì e coincide con il mio compleanno. Dico sempre di essere una figlia dell’autunno, visto che ho ragione? Giorno più giorno meno, oggi inizia la stagione che preferisco. Iniziano le folate di vento fresco che scuotono le foglie secche e contribuiscono a creare manti di meraviglioso marrone, arancio e rosso. Iniziano i temporali, quelli che ti accompagnano mentre prendi un buon tè o chiacchieri con gli amici indossando una vestaglia. Inizia l’odore della pioggia nel bosco, che ti culla dolcemente in ricordi e memorie perduti. Settembre è come un amore perduto, lascia quel senso di amarezza che si trasforma in semi da piantare per…

  • Rumore
    Blog

    Corvodiario #2 | Il silenzio è d’oro

    Attenzione: presenza di lamentele, scleri, imprecazioni e inneggiamenti vari! Sapete qual è il problema dell’estate? Non tanto il caldo, il sudore che ti si appiccica addosso, la puzza, le spiagge affollate di turisti che il mare vero non l’hanno visto neanche col lanternino, l’umidità, gli insetti, la voglia di congelarsi nel freezer e uscire quando iniziano a cadere le prime foglie. A queste cose ci fai anche l’abitudine. Tranne ai turisti assatanati che seminano spazzatura, quelli sono la mia nemesi. Il problema vero dell’estate sono le finestre aperte. E qui già starete pensando che sono pazza, che è proprio quello che voglio. Le finestre, e parlo soprattutto di quelle che…

  • Lei Nicolò Targhetta
    Recensioni

    Recensione | Lei (Nicolò Targhetta)

    Fa caldo. 40° gradi all’ombra. Ed è solo il 2 agosto. Questo significa che sono irritata come una iena che non mangia da tre giorni. In queste situazioni c’è una sola cosa che mi aiuta: distrarmi. Di solito, ci riesco con una serie tv o, soprattutto, con un libro. Però deve essere il libro giusto, se no mi irrito ancora di più. Me dovete lascia’ sta’ d’estate. Ecco perché vi parlo di Lei. Perché Nicolò mi ha fatto dimenticare quanto aspetto l’autunno: per qualche ora mi ha fatta ridere, commuovere, incazzare, annuire, mi ha fatto dimenticare dei 40° gradi e anche del dolore alla schiena (sì, mi sono fatta male…